Cine[PH]orum

Palermo Shooting

124 min.

Fotografo d’arte prestato alla moda, Finn Gilbert conduce una vita di successo dal punto di vista professionale ma irrisolta dal punto di vista personale. Inquieto, tormentato dall’insonnia o da inquietanti incubi, decide di seguire un’intuizione e, dalla Germania, si reca a Palermo alla ricerca di se stesso. Nel capoluogo siciliano, incontra una bella restauratrice che le fa da guida e sfugge più volte a una misteriosa figura incappucciata che sembra volerlo uccidere. Dove finisce il sogno e dove inizia la realtà? Protagonista di Palermo Shooting, infatti, non è il luogo ma il tempo. In una Palermo ritratta “a scatti”, alternando lampi di buio a improvvise schiarite, a farla da padrone è il tempo che passa, l’immagine-movimento, “la morte al lavoro” (celeberrima definizione del cinema di Jean Cocteau). Proprio il cinema, la fotografia, e la città stessa – con le sue cripte piene di teschi, gli scaffali polverosi delle biblioteche, gli affreschi lacerati e bisognosi di restauro – sono tutti testimoni del trascorrere del tempo e del volgere della vita verso il crepuscolo. Al centro della riflessione di Wenders, che scrive il film con Norman Ohler, c’è ancora una volta il tema della percezione e dello sguardo. L’impressione è che il cineasta abbia voglia di dire cose importanti che non possano trascendere il suo amore per il cinema e per le immagini.

“In concorso al Festival di Cannes del 2008, Palermo Shooting è dedicato alla memoria di Ingmar Bergman e di Michelangelo Antonioni, deceduti lo stesso giorno, il 30 luglio 2007, mentre Wenders era impegnato nelle riprese.” (fonte http://www.sentieridelcinema.it/)

03 Dicembre 2014

Ore 21.00

ingresso 5

Nuovo Cineteatro Aurora
C.so Regina Elena - Modica Alta (RG)

(+39) 349 3798647
(+39) 338 3667801